WATLOW
Watlow nel mondo   |   Mappa del sito  |   Ricerca nel sito : 

Guida alla Selezione dei Riscaldatori

Cos'è il riscaldamento - I tre metodi di riscaldamento

Riscaldare un oggetto o una sostanza significa aumentare la quantità di energia termica, ovvero l'energia cinetica su scala molecolare. L'energia termica fluisce sempre dalle zone calde alle zone fredde finché non si raggiunge l'equilibrio. A quel punto, il "riscaldamento" della regione più fredda è finito e si è raggiunto uno stato isotermo.

In senso stretto, il riscaldamento può essere ottenuto in due soli modi: conduzione e irraggiamento. La convezione è un caso particolare della conduzione.

Di seguito sono riportate alcune definizioni e suggerimenti:

Conduzione

Il metodo di trasferimento di calore all'interno della stessa sostanza o tra solidi a reciproco contatto quando esiste una differenza di temperatura. Il riscaldamento a conduzione viene largamente influenzato dalla facilità con cui il calore viaggia attraverso la sostanza -- la sua conducibilità termica -- e da quanta massa è presente per assorbire l'energia termica.

Convezione

Il metodo di trasferimento di calore associato alla conduzione in cui il calore viene trasferito da una regione a più alta temperatura di un fluido (liquido o gas) a una regione a più bassa temperatura. Ciò avviene tramite la spinta idrostatica. Il fluido riscaldato a contatto della sorgente di calore si espande, il suo peso specifico diminuisce e il fluido sale verso l'alto; viene quindi sostituito dal fluido più freddo e pesante. Ciò crea un movimento di masse entro il fluido che determina le correnti di convezione. I fattori che influenzano il riscaldamento a convezione sono le densità di potenza ammesse per il fluido, la conducibilità termica e il coefficiente di dilatazione.

Irraggiamento

Il metodo di riscaldamento che indirizza energia radiante, in forma di onde elettromagnetiche, su un oggetto. La Terra viene riscaldata dall'energia radiante del sole. Anche se tutte le onde elettromagnetiche "scaldano," la parte più utile dell'energia termica è contenuta nella banda infrarossa dello spettro elettromagnetico. Il calore radiante viene usato spesso per riscaldare solidi e liquidi. I gas non ne sono influenzati, in genere, a causa della loro trasparenza. I fattori più importanti nel riscaldamento ad irraggiamento sono la distanza tra la fonte di calore e l'oggetto, e quanto quest'ultimo assorbe l'energia radiante. Per esempio, una superficie scura e opaca assorbe di più di una superficie chiara e lucida.